Federconsumatori è già intervenuta più volte a segnalare la difficile coesistenza tra la coppia di Frecciargento Mantova-Roma, istituiti dal 12 dicembre 2016, con diversi treni regionali della linea Mantova-Modena. A distanza di 5 mesi si evidenziano gli stessi conflitti di circolazione, in particolare per i treni regionali della fascia serale coincidente con il rientro da Roma del FA 8552. Particolarmente danneggiato il treno 20590 (Modena 21,09 – Mantova 22,16) che per metà delle giornate di effettuazione subisce in arrivo a Mantova ritardi di 10/20 minuti, come documentato dai dati registrati a marzo e aprile. Quanto evidenziato da Federconsumatori sarà sicuramente riscontrato da RFI, il gestore delle tracce orarie, a certificazione della sproporzione tra la scarsa utilizzazione di questa offerta “veloce” su linea tradizionale e il danno prodotto sui treni regionali. Una sproporzione che richiede una rapida verifica di costi-benefici per una messa a punto del servizio offerto: • Viene segnalato che nella tratta Mantova-Modena la coppia di Frecciargento risulta poco utilizzata, contando mediamente 50/60 viaggiatori. Una frequentazione non sostenibile economicamente per un treno che mette a disposizione 430 posti. Un elemento a supporto di una fermata aggiuntiva a Carpi, preannunciata anche dall’assessore regionale, con possibili vantaggi sui dati di frequentazione e il miglioramento del servizio per il territorio attraversato. • il Frecciargento 8551 del mattino per Roma compie quotidianamente una sosta a Bologna di 15/20 minuti, con pregiudizio dei tempi di percorrenza. Un’offerta poco utilizzata anche dagli utenti di Modena che preferiscono il FR 9507 in partenza oltre 20 minuti dopo ma che arriva a Roma a ruota del primo. Per Federconsumatori la sperimentazione per l’inserimento di treni veloci su tratte attrezzate per il servizio ferroviario regionale, in questo caso addirittura a binario unico, non può prevaricare la qualità dell’offerta prevista dal contratto di servizio per i treni regionali. Tenendo conto che la coppia di Frecciargento Mantova-Roma non viene ancora commercializzata oltre il 10 giugno p.v. esistono le condizioni per introdurre le modifiche proposte alle attuali tracce orarie. Una revisione d’orario che deve fornire un servizio migliore a tutti gli utenti della relazione Mantova- Modena, senza risultare punitiva per nessuno di loro. La priorità assoluta deve essere riservata ad una soluzione alla conflittualità attuale dell’orario serale del Frecciargento 8552 con i treni regionali.

Giuseppe Poli

Federconsumatori Modena

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″

comfedermo-richiesta_modif_orarifa_mo-mn-16mag17.pdf

comfedermo-richiesta_modif_orarifa_mo-mn-16mag17.pdf (689 download)
2.621 Visite