• Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Recentemente la Corte di Giustizia europea ha emesso una sentenza in tema di trasporto aereo in base alla quale la nozione di “negato imbarco”, oltre a comprendere i casi in cui si verificano sovraprenotazioni, si riferisce anche a situazioni in cui l’imbarco sull’aereo viene negato per altri motivi, come le ragioni operative.
Inoltre,  è stato stabilito che quando, a causa di “circostanze eccezionali” il vettore è costretto a riorganizzare voli ad esse posteriori, non può essere giustificato un negato imbarco e, nel caso in cui avvenga tale impedimento, è dovuta la compensazione pecuniaria prevista dalla normativa vigente.
Le persone che si sono trovate in una situazione simile o che, eventualmente avranno questo problema, possono contattare lo Sportello, disponibile per dare maggiori informazioni e pronto a dare attuazione a questa nuova, importante sentenza.

90 Visite